CONSERVAZIONE

Spesso quando le persone acquistano il formaggio chiedono dove conservarlo perché non cambi sapore e non faccia la muffa. Purtroppo i frigoriferi domestici non sono certamente le stanze di stagionatura più idonee ai formaggi, ma con qualche piccolo accorgimento è possibile ottenere dei buoni risultati. Il formaggio va conservato a una temperatura di 8-10 gradi, avvolto nella carta vegetale o in un tovagliolo di cotone.

Se abbiamo a disposizione solamente la pellicola trasparente o l’alluminio, va lasciata scoperta una parte della crosta, in modo che il formaggio possa respirare.
Dovrebbe inoltre essere tenuto a metà del frigorifero o nello sportello, perché normalmente questo è il posto con meno umidità.

Se il frigorifero è eccessivamente umido, conviene mettere accanto all’incarto del formaggio una tazzina con del sale, in modo che l’umidità in eccesso sia assorbita da quest’ultimo.

Una preoccupazione ricorrente riguarda le muffe che però non sono assolutamente nocive, anzi denotano che il formaggio è stato prodotto senza conservanti. Per eliminarle basta passare sulla crosta una spugna leggermente umida.


Conservare il formaggio in un luogo fresco e asciutto; oppure a metà frigorifero avvolto nella carta vegetale o in un tovagliolo di cotone. Se il frigorifero è eccessivamente umido, mettere accanto al formaggio una tazzina con del sale in modo che l’umidità in eccesso sia assorbita da quest’ultimo.

Potrebbero interessarti anche...